I politici on line, Formigoni batte tutti e fa anche il caffè al bar


Ci siamo scambiati idee, video e suonerie. Parola di Roberto Formigoni. Prima o poi, si voterà. Iniziamo almeno a far finta di informarci con  un viaggio preventivo nelle pagine personali dei politici italiani: che cos’hanno da dire? Ci sono quasi tutti, giovani in testa. La Lega è verde, il Pd rosso sparato, ma confuso. C’è il portale di Bersani, ma anche quello della Bindi, il primo democratico, il secondo democratico davvero. Anche se nessuno è social e fanatico di You Tube come il presidente della Lombardia.

Iniziamo con il verde sparato Lega Nord.  Delude Renzo Bossi, meglio conosciuto come il Trota: il suo ultimo  post risale al 31 dicembre. Off line.Nemmeno il paparino Umberto regala grandi soddisfazioni, non ha una pagina dedicata, ma uno spazio sul sito della Lega. Attenzione ad aprirlo in ufficio: le finestre dei tg a tema partono come impazzite, se ci si azzarda a bloccarli si viene catapultati nel mondo Vigorsol. Invadenti.

Dopo tutti questi anni conosciamo Silvio Berlusconi abbastanza bene da sapere quanto gli piaccia strafare. Non ha solo una pagina di autopromozione personale, Forza Silvio (a cui si accede solo dopo essersi registrati) ma anche un Funs Club. Anche se non si può fare a meno di notare una certa incongruenza: nel loro ultimo post Perchè restare berlusconiani esordiscono così: Ci sono ancora  ragioni per essere berlusconiani, e dunque il berlusconismo sopravvive. Anche senza Berlusconi. Forse nonostante lui. Enigmatici.

Toni dell’azzurrino per Angelino Alfano, che non ci regala grandi emozioni, non strizza l’occhio, si vanta solo dei suoi contatti su Facebook e ci invita a seguirlo. Mi sa che ha ragione Silvio, gli manca il quid. Low profile.

Ma spostiamoci a sinistra e iniziamo dal blog di Pier Luigi Bersani, sottotitolo: “Un senso a questa storia”. Chissà se hanno chiesto il permesso a Vasco Rossi. Dal segretario al sito ufficiale del Pd il passo è breve. Ma Rosy Bindi ci riserva una sorpresa: dalla home page del suo sito pesonale non c’è modo di tornare al sito ufficiale del Pd. Anzi. Si autodefinisce “Democratica Davvero”. Che vuol dire? Che gli altri fanno finta? Cervellotici.

Nichi Vendola sponsorizza in home page le sue dichiarazioni programmatiche. Sono 60 pagine. Premetto, non le ho lette tutte con estrema attenzione, ma a una prima occhiata non sembrano pregne di contenuti, più che altro infarcite di dichiarazioni di intenti. Vedere per credere. Paolo Ferrero ricorda le Fosse Ardeatine, Pier Ferdinando Casini si premura di ricordare a tutti quanto sarebbe irresponsabile mettere in crisi il governo, Mara Carfagna parla di donne, politica e territorio. Prevedibili.

Matteo Renzi con il suo blog Avisoaperto non smentisce la sua fama di giovane politico rottamatore. Peccato però che il dominio matteorenzi.it sia già stato occupato da un non meglio identificato blog che parla di non si capisce bene cosa. Ritardatario.

Non ci sono dubbi. Sbaraglia la concorrenza Roberto Formigoni. Non si fa mancare niente, Facebook, You tube, Flickr, Twitter.  Uno spazio dedicato alle suonerie , spaziando dal country al rock. Potete vederlo mentre fa il caffè al bar e si interroga sui destini dell’umanità, canta, si fa in tre. Poliedrico. E imperdibile.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in FACILI COSTUMI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...