12 modi per farcela nel 2012


Per scongiurare la profezia dei Maya e superare brillantemente il 2012, ecco 12 tecniche stimola-intelletto. A partire da un nuovo studio secondo cui il quoziente intellettivo può essere aumentato, un articolo di Newswee svela nuove tecniche per illuminare la mente. Anche se con grande ritardo (lo so, scusateci, ogni tanto non ce la possiamo proprio fare), ecco una nostra rivisitazione della guida del mensile americano per essere più intelligenti nel nuovo anno.

1. Leggi, parla e dà i giusti nomi alle cose. Giocare con le parole aiuta a ridurre il rischio di Alzheimer e demenza senile. Se hai sempre pensato che leggere il giornale ogni mattina sia un’abitudine più che buona, è ora di iniziare a farlo davvero (la quantità di informazioni che contiene un giornale può stupire ogni giorno!).

2. Allena le tue facoltà senso-motorie. La coordinazione e il movimento possono far aumentare la materia grigia cerebrale e la frequenza cardiaca. Quindi via libero allo sport, alla danza ma anche a tutte le piccole abilità manuali, come fare la maglia. Ma sì dai, va bene anche la Wii.

3. Esercita la memoria a breve termine. Ripetere a memoria fa bene all’intelligenza. Gli esperti consigliano le poesie più antiche (i testi contemporanei sembrano essere meno efficaci!), in particolare Shakespeare. Facciamo che si può scegliere il proprio poeta preferito: no, Ungaretti e le liriche dell’Ermetismo però non valgono!

4. Presta attenzione e mettici del sentimento. L’attenzione è la condizione base per l’apprendimento. Basta presentarsi aspettando di dire il proprio nome senza ascoltare quello dell’altro o addirittura ripetendo il nome dell’altro come automi. Facciamo attenzione, mi sembra anche un esercizio di buona educazione. Gli esperti consigliano anche i videogame violenti. Mah…

5. Cammina 30 minuti al giorno 5 volte a settimana. Camminare stimola la produzione della molecola deputata a creare nuovi neuroni e sinapsi. Quindi se il posto di lavoro o l’Università (o il bar…) è a 20 minuti da casa, facciamolo questo sforzo di non prendere la macchina. Insieme all’intelligenza, si stimola anche una vita eco-sostenibile.

6. Puoi riposare. Anzi devi. Una bella notizia. Ora se vuoi fare un sonnellino sei autorizzato a dire che serve non solo per riposare il cervello, ma anche per svilupparlo. Non a caso molte imprese della Silicon Valley hanno delle stanze addette al pisolino pomeridiano dei dipendenti. Ecco, se non lavorate nella Silicon Valley e non ideate software forse la notte può bastare per riposare.

7. Ozia. (Sì sì, ozia!). Di bene in meglio. Staccare serve a nutrire la propria creatività e vedere connessioni che altri non colgono. Quindi la modalità aereo dell’i-Phone va sfruttata di più. E trasposta anche al cervello. Chissà, magari per aiutarci nel’arduo tentativo di oziare inventeranno un’app  “Liberami”.

8. Impara una lingua. E’ la strategia con gli esiti più evidenti che promette di rinviare la demenza di cinque anni; quindi impegniamoci. Se una seconda lingua si sa già, miglioriamola e avanti con una terza, una quarta, una quinta. La guida di Newsweek (31 strategie, scritte in inglese quindi cominciate pure a leggerlo) consiglia di seguire i notiziari di Al Jazeera English e i profili Twitter di @Nouriel Roubini (genio dell’economia), @Jad Abumrad (conduttore “Radiolab”) e @Colson Whitehead (romanziere).  Sono stimolanti già da sè, in più sono in inglese. Enjoy.

9. Resisti.Uno studio ha provato che chi non ha sempre soddisfatto i propri bisogni nel breve termine, ritardando così le gratificazioni, ha sviluppato la capacità di concentrarsi su qualcosa di diverso. Quindi meno lamentele quest’anno, stringere i denti un giorno porterà ad avere qualche brillante intuizione.

10. Vai fuori città. La natura, si sa, rilassa la mente. Se vivete nelle grandi città prendetevi un week-end per andare in campagna, o in una di quelle mini cittadine in cui guardare le colline è il passatempo più divertente (Urbino, per esempio, è perfetta per questo!).

11. Scrivi recensioni on-line. Valgono anche le opinioni, quindi cominciare commentando questo post mi sembra un buon inizio. Mettere nero su bianco le proprie idee e conoscenze aiuta a organizzare e quindi capire meglio i propri pensieri. E cominciare a capirsi da soli mi sembra un punto di partenza essenziale.

12. Per gli irrimediabili, per chi proprio non ce la fa, si può cominciare con alcuni cibi e bevande che aiutano l’intelletto: il caffè, lo yogurt, la spezia indiana curcuma e il cioccolato fondente. Fin qui ce la possono fare tutti.

Buon 2012!

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in FACILI COSTUMI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...