Archivi del mese: gennaio 2012

Storie di ordinario razzismo

Stati Uniti 1939. Esce Strange Fruit di Billie Holiday, una denuncia contro il linciaggio dei neri. Martin Luther King era un bimbo di 10 anni.  Gli scienziati Kennet e Mamie Clark dimostrano gli effetti del razzismo con un esperimento molto semplice: 300 bambini afroamericani e due bambolotti, identici, se non per il colore della pelle. I Kennet chiedono ai bambini quale tra i due sia il bambolotto “cattivo” e il 59% indica il “coloured”. Nel 2011 in Messico la storia si ripete. Ecco il video. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in SOTTO IL TAPPETO

L’uccellino è in gabbia? Le spiegazioni di Twitter, la Cina e le domande di Reporters sans frontières

Twitter e l'(auto)censura: una nuova tecnologia renderà possibile bloccare paese per paese il contenuto dei tweet “sgraditi” alle autorità. E il trend topic in Italia diventa #censuramiquesto. Ma per una volta proviamo a capirci qualche cosa di più. Perchè secondo Reporter sans frontierès, che di libertà d’informazione se ne intende, c’entra la Cina. Per la precisione, il mercato cinese. E forse è meglio tenere ben presente che Twitter non è un ente no profit. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in BRACCIA RUBATE ALLA TECNOLOGIA

Movimento dei forconi: alzi la mano chi c’ha capito qualcosa

Operazione Vespri Siciliani (16-20 gennaio 2012) - Forza d'Urto - Movimento dei Forconi Noi di Klopodo ci eravamo dati un obiettivo: il tentativo di fare un passo in avanti. Ma con il “Movimento dei Forconi” è d’obbligo il cambio di strategia: proviamo a fare un passo indietro. “Dopo i cinque giorni di sciopero, la situazione in Sicilia sembra essere tornata alla tranquillità”. Tutto apposto, allora? Macché. La notizia non è affatto questa. Perché se davvero qualcuno ci sta capendo qualcosa alzi la mano. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in VACCHE GRASSE

Giornalisti, non c’è solo la casta

Di giornalisti in Italia ce ne sono tanti, secondo alcuni anche troppi. Lsdi,il portale Libertà di stampa, diritto all’informazione, ha tentato di mettere un po’ d’ordine. E con l’e-book “Giornalismo frammentato” ha incrociato i dati di Ordine dei Giornalisti, Sindacato, Casagit e Inpgi. E quel che viene fuori è un giornalismo povero, vecchio e maschio. Non troppo rassicurante. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in VACCHE GRASSE

Cosa capita in Sicilia e che c’entrano i forconi con la benzina

“Il nostro appello è rivolto a tutti i siciliani che vogliono combattere la politica corrotta e incapace, i sindacati imbelli, le associazioni finanziarie, il caro carburante, le cartelle esattoriali con tassi da usura, l’arroganza delle banche, la burocrazia cieca e ottusa” By Mariano Ferro, leader del “Movimento dei forconi”. Chi sono e perchè è giusto trovare un minuto per parlarne. Anche quando il trend topic è il naufragio della Concordia. Foto: ragusanews.com
Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in VACCHE GRASSE

Eurosonic, l’Europa in musica

A Groningen, in Olanda, si è appena concluso Eurosonic, il più grande festival di musica esclusivamente europea. Un evento nato nel 1986 per promuovere le band olandesi si è trasformato negli anni nella più grande vetrina musicale europea, una piattaforma unitaria per l’industria musicale del vecchio continente, spesso in secondo piano rispetto alla strabordante produzione statunitense.E forse anche un modo per dare una mano a unire l’Europa, attraverso la musica I numeri: 4 giorni, 293 gruppi, 26 paesi, 33 mila spettatori.

Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in LEI M'INSEGNA

Il capo dei capi: 19 anni fa l’arresto di Totò Riina

E’ tempo di ricordi. Tra il naufragio della Costa Concordia e il declassamento del rating italiano c’è spazio per un tuffo nel passato. Era il 15 gennaio 1993, ore 09.00, quando il “Capitano Ultimo”, Sergio De Caprio, bloccava l’auto con a bordo Salvatore Riina, latitante dal 1969, capo di Cosa Nostra, detto U curtu. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in VACCHE GRASSE