Natale al mercato di Porta Palazzo, dove si amano le differenze


Torino è una città grigia, triste. E razzista, pare. Non è vero. Signori e signore, ecco una fotogallery di Porta Palazzo, il quartiere con il mercato più grande d’Europa dove ogni giorno vivono, lavorano e passeggiano cinquant’anni di immigrazione. Dal sud Italia, prima, dal sud del mondo, poi. Ma non solo. Cinesi, nigeriani, pakistani, cingalesi, rumeni, italiani, marocchini, etiopi. Guarnite con frutta, verdura, un mercato del pesce, scarpe, vestiti e qualsiasi altra cosa vi venga in mente. Quasi dimenticavo, in questi giorni aggiungete anche un bel po’ di strass: tra cavolfiori e arance, è Natale.    

Porta Palazzo è profumo di frutta e verdura, colori vivaci, vociare straniero mescolato agli svariati dialetti italiani, contatto con popoli lontani. A Porta Palazzo vivono, si incontrano e si scontrano l’Europa, l’Africa e l’Asia

Fiorenzo Oliva, da Il mondo in una piazza. Diario di un anno tra 55 etnie

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

2 commenti

Archiviato in DIFFERENZE, SOTTO IL TAPPETO

2 risposte a “Natale al mercato di Porta Palazzo, dove si amano le differenze

  1. MTL

    Carine, ma hai un problema di messa a fuoco. Buon natale!
    Mario (TL)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...