Monti in pillole, parte seconda. Gli altri provvedimenti e le prime opinioni


Arrivano i primi commenti alle misure del governo Monti, illustrate in conferenza stampa dallo stesso neo premier e dalla sua squadra. Ecco il parere dei maggiori giornali italiani finanziari e gli altri provvedimenti in programma.

LE OPINIONI. Mauro Meazza, caporedattore centrale de Il Sole 24 Ore, dice a Sky tg24 che questo “e’ un inizio. La misura più significativa è la tracciabilità dei pagamenti sopra i mille euro. Sono misure di avvio alla lotta fiscale, si proceda così. Il punto di forza della manovra non è negli importi ma nella velocità degli interventi”. Altre le opinioni del vicedirettore di Milano Finanza, Roberto Sommella:“La manovra è stata concordata con l’Europa”- ha detto –  anche se è preoccupante l’aumento dell’Iva; il potere d’acquisto delle famiglie italiane è calato e forse serviva più prudenza. Vedremo cosa diranno le borse. Ottima l’idea di sospendersi lo stipendio, invece, da parte di Monti. I primi sacrifici devono partire proprio dall’alto. Il fatto è che non ci sono misure per il debito e il suo taglio: se ci presentiamo con questo problema sui mercati affondiamo subito. Il problema va risolto e inoltre è necessario chiedere un’accelerazione sul redditometro.”

GLI ALTRI PROVVEDIMENTI. Ecco intanto altre misure interessanti previste dal governo Monti e dai suoi componenti:

-Verranno soppressi Inpdap ed Enpals, e le loro funzioni passeranno all’Inps

– Ci sarà un fondo di 20 miliardi a disposizione delle piccole e medie imprese. E’ frutto del potenziamento del Fondo di Garanzia.

-Il governo vuole defiscalizzare l’impatto dell’Irap sulla rendita delle aziende. L’Irap relativa alla quota imponibile delle spese per il personale dipendente e assimilato potrà essere dedotta dall’Ires e dall’Irpef.

-Si introdurrà un’imposta di bollo anche su polizze vita, deposito titoli e fondi mobiliari e non più solo sui conti correnti.

-Verranno ridotti i componenti delle Authority come la Consob e il Garante per la concorrenza.

-L’agenzia per la sicurezza sul nucleare verrà sospesa, così come l’agenzia per il terzo settore, l’agenzia per la diffusione delle tecnologie per l’innovazione, l’ente nazionale per il microcredito e l’autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza.

Le Regioni dal 2012 vedranno a loro carico tagli per 3,1 miliardi

-Verrà posta una tassa sui beni di lusso.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in VACCHE GRASSE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...